[creation site web] [logiciel creation site] [creation site internet] [Home]
[Bijouxamericani - Museo di Providence]
[]
[Bijouxamericani - Mercati New York]
[Bijouxamericani - Mercati Italiani]
[Bijouxamericani - Calendario]
[]
[Bijouxamericani - Storia]
[Bijouxamericani - Newsletter]
[Bijouxamericani - Treasure]
[Bijouxamericani - Recensioni]
[Bijouxamericani - Miriam Haskell scheda]
[Bijouxamericani - Kenneth J Lane scheda]
[Bijouxamericani - Pell Scheda]
[Bijouxamericani - La storia del Vintage]
[Collezioni Vintage]
[Bijouxamericani - soci vintage]
[Bijouxamericani - Collezionisti Italiani]
[Bijouxamericani - Amici di spilla]
[Bijouxamericani - Presidente - Maria Teresa Cannizzaro]
[Bijouxamericani - Link]
[]
[Bijouxamericani - Halloween]

                                                            Durante la loro dominazione in Britannia i Romani, nel tentativo di togliere potere  ai
                                                            Druidi, la  casta dei  potenti sacerdoti-re-guerrieri, assimilarono Samhain  all'equivalente
                                                            celebrazione di Pomona, la dea del raccolto, cosicché  la ricorrenza, chiamata Samonios,
                                                            uscì dai confini etnici in cui era nata e si sviluppò in diverse varianti in tutti i territori sotto
                                                            la giurisdizione romana.

                                                            Successivamente anche il Cristianesimo tentò di assimilare gradualmente le preesistenti
                                                            festività pagane dando loro forma e caratteristiche analoghe, ma comunque diverse, in
                                                            sintonia col nuovo messaggio spirituale. Il 13 maggio 610 Papa Bonifacio IV istituì la festa di
                                                            Ognissanti per onorare  i cristiani uccisi in nome della fede. Per oltre due secoli le due
                                                             festività furono ben distinte, sino a che papa Gregorio III (731-741)  fece coincidere due le
                                                            date.

                                                            Secondo altre fonti, fu invece Sant' Odilone di Cluny che nel 1048 decise di spostare la
                                                            celebrazione cattolica all'inizio di novembre  per eliminare il culto di Samhain e per dare
                                                            ai cristiani l'opportunità di ricordare tutti i santi e, il giorno dopo, tutti i cristiani defunti.
                                                            Per questo nei paesi di lingua inglese la festa divenne Hallowmas, cioè una messa in
                                                            onore di tutti i santi, la vigilia divenne All Hallows Eve, che si trasformò nel termine
                                                            attuale: Halloween.

Un etimo fantasioso nato recentemente fa derivare la parola dall’espressione All allows even, cioè la sera in cui tutto è permesso, che spiegherebbe  la credenza che i defunti escano dalle tombe per far visita ai vivi. L'improbabilità di questa etimologia risiede nel fatto che la parola Halloween si presenta per la prima volta in epoca molto recente, nel XIX secolo, esclusivamente negli U.S.A.Si iniziò così a non fare più differenza tra le due feste  e, già nel XVI secolo, la vecchia tradizione era quasi del tutto dimenticata. Si ebbe, inoltre, una recrudescenza di proibizionismo dal 1630 al 1640, quando la Chiesa cattolica fece in modo di cancellare ogni festa di tipo pagano legata a questa ricorrenza.

Per la cultura celtica la  visione del tempo era circolare e ciclica e Samhain si trovava in un punto fuori dalla dimensione temporale, che non apparteneva né all'anno vecchio né al nuovo: in quel momento lo spazio che divideva i morti dalla terra  si riduceva ed essi  potevano rientrarvi. Non tutti gli estinti  erano considerati creature di cui avere timore e perciò in quella notte speciale  si lasciava del cibo sulla tavola in segno di accoglienza per quanti di loro facessero visita ai vivi con buone intenzioni. Un'usanza, peraltro, sopravvissuta anche in alcune regioni dell'Italia settentrionale ed in parte della Puglia e della  Basilicata.

Si pensava tuttavia che alcuni spiriti cercassero d’impadronirsi del corpo di qualche vivente per
tornare sulla terra. Per scongiurarlo venivano fatte generose offerte e  si lanciavano incantesimi
e  per evitare di essere “rapiti” dagli spiriti, nel tentativo di  scacciarli  e confonderli,  ci si
travestiva da streghe, zombie, fantasmi. Soprattutto si mascheravano i più indifesi,
cioè i bambini. L’usanza  di travestirsi  ad Halloween  ripresa ai nostri giorni ha origini proprio
da questa antica consuetudine.

Secondo la legenda, nella notte di Samhain anche le fate, non tutte benefiche, e gli elfi erano
soliti fare scherzi  pericolosi agli uomini. Questo ha portato alla nascita e al perpetuarsi di molte 
storie terrificanti, anche perché si narra  che i Celti mettessero al rogo coloro che venivano
considerati “posseduti” in modo da mandare un chiaro avvertimento agli altri spiriti presenti.

Sempre dalle consuetudini del popolo celtico deriva  la famosa frase Trick or Treat
ovvero Dolcetto o Scherzetto, che i bambini ripetono bussando alle porte dei vicini muniti di
un cestino per dolci  a forma di zucca: i contadini celti infatti passavano per le varie abitazioni
a chiedere un aiuto per sopravvivere  durante il  duro inverno, quando essi erano costretti a 
starsene chiusi nelle  abitazioni facendo lavori artigianali e radunandosi tutti insieme durante le sere per sopportare meglio il buio ed il freddo. Chi si rifiutava di offrire qualcosa veniva sbeffeggiato o addirittura maledetto.                   

                                                            La festa di Halloween che si celebra il 31 ottobre e che corrisponde alla vigilia della festa     
                                                            cristiana di Ognissanti al contrario di quanto generalmente si pensa non ha origini
                                                            americane, bensì antichissime  e rintaracciabili  nelle più remote tradizioni europee: si fa
                                                            infatti risalire al 4000 a.C,. periodo in cui le popolazioni tribali usavano dividere l'anno in
                                                            base al ritmo delle semine, dei raccolti ed alla transumanza del bestiame.

                                                            Quando intorno al 2300 i Celti, presso cui la festa  era fortemente radicata,  iniziarono a
                                                            spostarsi dall'area del Mar Mediterraneo verso settentrione fino alle coste più  a nord delle
                                                            isole Britanniche la ricorrenza si diffuse in Europa. Questo popolo considerava come
                                                            proprio capodanno la fine dell'estate, Samhain (Sam + Fuin), come indica la parola in
                                                            gaelico.
                                                            La sera  della festa  tutti i focolari venivano spenti per segnare la fine del vecchio anno e
                                                            l’arrivo della stagione più buia( simbolo della morte) e solo al mattino successivo per
                                                            salutare l’anno che rinasceva a nuova vita venivano  riaccesi dai druidi che passavano di
                                                             casa in casa con torce ravvivate presso il falò sacro situato a Tlachtga, vicino alla reale
                                                            
Collina di Tara.

Passato e Futuro

Sezione Italiana Vintage Fashion & Costume Jewelry Club

  

La Festa di Halloween: origini e storia